schnauzer nano

Cane zwergschnauzer o schnauzer nano

Caratteristich del cane zwergschnauzer o schnauzer nano

Il cane Zwergschnauzer (Schnauzer nano), con le sue caratteristiche psichiche, somatiche e un corpo ridotto, è in grado di vivere con l’uomo in ambito domestico.

Comparve per la prima volta nel 1890 e deriva dall’accoppiamento di un Affenpinscher (terrier scimmia) e uno Schnauzer di piccola taglia.

E’ noto come vigile guardiano.

Di carattere allegro, è molto obbediente. Accompagna il padrone in ogni sua iniziativa di svago e di sport.

La statura di questo cane è di 30-35 cm.

Gli occhi sono scuri, di forma ovale e diretti in avanti.

Gli orecchi invece sono portati alti ed eretti con la forma di V rovesciata.

Gli arti sono diritti in ogni parte da cui lo si osservi e sono dotati di buona muscolatura.

I piedi sono rotondi e corti con dita chiuse, come quelle del gatto.

Il pelo è ruvido, duro e sostenuto dal sottopelo con sopracciglia spinose e barba rigida che velano leggermente gli occhi.

Rispetto a tutte le altre parti del corpo, sulla fronte e sugli orecchi il pelo è più corto.

Gli unici colori ammessi sono pepe e sale oppure il nero puro.

2 Commenti

  1. Postato da Franco. Se vuoi commenta

    Puo darmi delle informazioni più precise, sullo sandard FCI dello Schnauzer nano?

    • Postato da ernesto75. Se vuoi commenta

      FCI Standard N°183 / 18.04.2007 : ZWERGSCHNAUZER o schnauzer nano.

      ORIGINE: Germania.

      DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 06.03.07.

      UTILIZZAZIONE: Cane di casa e di compagnia.

      CLASSIFICAZIONE F.C.I.:

      • Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer Molossoidi – Cani da montagna – Bovari Svizzeri e altre razze Cani tipo Pinscher e Schnauzer
      • Sezione 1.
      • Senza prova di lavoro.

      BREVE CENNO STORICO: a Francoforte, iniziò a diffondersi lo Schnauzer nano, quando ancora era conosciuto come Pinscher nano a pelo duro. Poiché esistevano forme, taglie e tipi diversi, e si aveva una mescolanza disordinata di cani a pelo duro, morbido e serico, non fu un compito facile creare una razza di cani piccoli, il cui aspetto esteriore e le qualità di carattere corrispondessero e quelle del suo fratello più grande, lo Schnauzer.

      ASPETTO GENERALE: è piccolo, vigoroso, più raccolto che slanciato, dal pelo duro, elegante, un modello ridotto dello Schnauzer, esente da qualsiasi apparenza di nanismo.

      PROPORZIONI IMPORTANTI:

      • deve essere inscrivibile in un quadrato. L’altezza al garrese corrisponde pressappoco alla lunghezza del corpo.
      • La lunghezza della testa (misurata dalla punta del tartufo all’occipite) corrisponde alla metà della lunghezza della linea superiore (misurata dal garrese all’inserzione della coda).

      COMPORTAMENTO e CARATTERE: il suo carattere corrisponde a quello dello Schnauzer e corrisponde al temperamento e al comportamento di un cane piccolo. Intelligenza, sicurezza, resistenza e vigilanza fanno dello Zwergschnauzer o Schnauzer nano, un piacevole cane da casa, da guardia e da compagnia che può essere tenuto senza problemi anche in un piccolo appartamento.

      TESTA:

      • REGIONE DEL CRANIO: il cranio è forte e allungato senza che l’occipite sia marcatamente sporgente. La
        testa dovrebbe essere proporzionata alla struttura del cane. La fronte è piatta, senza rughe e parallela alla canna nasale.
      • Lo Stop è molto accentuato dalle sopracciglia.

      REGIONE DEL MUSO:

      • Il tartufo è ben sviluppato e sempre nero; le narici sono molto aperte;
      • Il Muso termina in un cono smussato. La canna nasale è diritta.
      • Le Labbra sono nere, ferme e aderenti, di piatto, alle mascelle. La commessura labiale è chiusa
      • Le Mascelle sono forti. I denti hanno una chiusura a forbice, forte e ben sviluppata, è
        correttamente chiusa e completa. La dentatura è formata da 42 denti di un bianco puro, secondo la formula dentaria del cane. I masseteri sono molto sviluppati ma senza dare alle guance un rilievo eccessivo che verrebbe ad alterare la forma rettangolare della testa (con la barba).
      • Gli Occhi sono di media misura, di forma ovale; guardano in avanti; scuri con vivace espressione. Le palpebre sono ben aderenti al globo oculare.
      • Gli Orecchi sono ripiegati e pendenti, inseriti alti, a forma di V, portati simmetricamente,
        puntano in avanti verso le tempie, con i bordi interni che aderiscono alle guance; le pieghe parallele non dovrebbero superare il livello del cranio.

      Ha la nuca muscolosa e robusta presenta un arco notevole. Il collo si fonde armonicamente nel garrese. In armonia con la mole del cane è fermamente inserito e nobilmente arcuato. La pelle della gola è strettamente aderente ai tessuti sottostanti e non forma pieghe.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− tre = 3