Boxer

Cane Boxer

Caratteristiche del cane boxer

Il cane Boxer, nei tempi antichi, veniva impiegato in Germania per la caccia al cervo, all’orso e al cinghiale. Con il passare del tempo i cani boxer furono anche adibiti per la guardia del gregge.

Cane boxer

Cane boxer

Erano chiamati Bullenbeisser (“ammazza-tori”) e discendevano da cani medievali detti Saupaker (“acchiappa-scrofe”). Erano ugualmente impiegati, grazie alla loro ingente forza, per la caccia all’orso.

Nel 1850, alcuni cinofili bavaresi, si interessarono al Boxer moderno. Effettuarono diversi incroci con il Bulldog, dai quali ottennero soggetti molto vicini al Boxer attuale.

Successivamente, accoppiando cani non consanguinei, si tentò di escludere il colore bianco che si presentava in eccesso, per raggiungere i colori ambiti: il tigrato e il fulvo. Inoltre pensarono di ridurre la pesantezza e ottenere una sagoma agile.

La vera diffusione del Boxer però, si ebbe dopo il 1895. La sua presenza si estese fino ad arrivare nel continente e oltre l’oceano, diventando noto in molte zone.

In Italia si diffuse solo dopo la seconda guerra mondiale:  in questo periodo nacquero seri e competenti allevamenti.

Hanno contribuito alla sua notorietà le qualità psico-fisiche che lo distinguono da molte altre razze.

Per quanto riguarda l’aspetto fisico del Boxer, è possibile notare la buona proporzione tra la testa con il resto del corpo, molto elegante nel portamento e molto veloce nello scatto.

Ha un carattere eccezionele. E’ un cane che adora i bambini, molto legato al suo padrone tanto da proteggerlo con impavido coraggio. Come sostenne Mario Confaloniere, un grande allevatore di cani, il Boxer è il più bilanciato dei cani da guardia.

Per natura è diffidente nei confronti degli estranei e quando è di guardia non ammette intrusi.

Molto intelligente e comprensivo, viene addestrato sia per servizi pacifici che di guerra. E’ pulito e può stare anche dentro casa purchè abbia degli spazi in cui muoversi.

Il Boxere è di media grandezza con pelo raso, molto robusto e di ossatura forte. Di costituzione molto equilibrata e buona muscolatura.

La sua statura varia nei maschi di 57-63 cm e nelle femmine di 53-59 cm; se un maschio è alto 60 cm il suo peso è di 30 kg e non oltre, invece una femmina alta 56 cm non deve superare i 25 kg.

Del Boxer, molto caratteristica è la testa: un po’ curvata, a forma di palla, e non troppo larga; il muso è molto sviluppato e non deve essere appuntito, corto e basso.

La mascella inferiore supera quella superiore: il Boxer morde in avanti quindi è prognato. La sua dentatura è molto forte e i denti sono disposti in modo regolare.

Gli occhi sono alti e a punta, quindi eretti.

Gli orecchi sono di media grandezza e di colore marrone scuro.

Le altre parti del corpo sono dotate di buona muscolatura, la coda è portata piuttosto alta.

Gli arti anteriori visti di fronte sono diritti e paralleli con piedi piccoli e dita chiuse. Gli arti posteriori sono diritti vedendoli da dietro, con piedi un po’ più lunghi rispetto a quelli anteriori.

Il pelo si presenta corto e aderente.

Il colore può essere giallo con vari toni: dal rosso fulvo al giallo chiaro, al tigrato (sul fondo giallo e strisce trasversali scure in direzione delle costole). Sono ammessi  anche Boxer con colore di fondo bianco.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 + = quindici